-20%

DICITENCELLO VUJE Canzone napoletana

80,00 64,00 Iva Inclusa

Dicitencello vuje è la disperata dichiarazione d’amore di un uomo nei confronti della donna amata, resa in maniera indiretta. L’uomo infatti parla rivolgendosi ad un’amica dell’amata riferendosi alla donna desiderata con l’appellativo cumpagna vosta (vostra amica). L’uomo le chiede di riferirle che per lei ha perso il sonno e la fantasia (aggio perduto ‘o suonno e ‘a fantasia), che la passione “più forte di una catena” (è na passione, cchiù forte ‘e na catena) lo tormenta e non lo fa più vivere (ca mme turmenta ll’anema… e nun mme fa campá).

Soltanto nell’ultimo verso del brano il protagonista confessa di amare in realtà, la sua interlocutrice e quando vede una lacrima sul suo volto (“na lacrima lucente v’è caduta”) le dice che è proprio lei la donna che ama (“levammece sta maschera, dicimme ‘a verità”, togliamoci questa maschera, diciamo la verità).

 

  • Descrizione
  • Recensioni (0)

Descrizione

Compositore: Falvo R. / Fusco E.


Trascrittore: Pelizza Antonio


Genere: Canzone / Song


Editore: Master Symphony


Difficoltà: 2,5


Durata: 00:04:30


Formazione: Arrangiamento per Concert Band


Formato: Partitura e Parti formato A4


Data di pubblicazione: 2018


PDF Visualizza il file

cuffia ascolto…

Video Youtube

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni. Aggiungi una recensione